skip to Main Content

Cremonesi è partner tecnico di “CappottoMio”, l’iniziativa di Eni gas e luce per l’efficienza energetica

Alla presentazione ufficiale del progetto, presso la sede ENEA di Roma, Renato Cremonesi ha mostrato un focus sui condomini italiani e le tecnologie per renderli più efficienti

Roma, 29 maggio 2018 – Nella sede ENEA di Roma l’AD di Eni gas e luce Alberto Chiarini ha presentato, insieme al presidente ENEA Federico Testa, l’iniziativa “CappottoMio”. La presentazione vedeva inoltre la partecipazione di Renato Cremonesi, Alessandro Ponti di Harley & Dikkinson, Nicolandrea Calabrese di ENEA e del Viceministro dell’Economia e delle Finanze Enrico Morando.

Il progetto “CappottoMio” promuove la riqualificazione energetica dei condomini grazie all’installazione di sistemi di isolamento dell’involucro edilizio (“Cappotto termico”), per ridurre le dispersioni di energia degli edifici e renderli più efficienti. Il servizio è conforme alle detrazioni fiscali previste da Ecobonus e Sismabonus, e prevede la possibilità di cedere a terzi la cessione del credito fiscale.

Renato Cremonesi, nel suo intervento, ha presentato i dati sull’efficienza energetica dei condomini italiani, partendo da un dato fondamentale: solo il 54% dell’energia prodotta dagli edifici è davvero ‘utile’, con uno spreco di quasi 20 miliardi di euro ogni anno e oltre 40 milioni di tonnellate di CO2 emesse. Questo accade perché oltre il 70% delle case italiane è stato costruito prima dell’entrata in vigore delle leggi sull’efficienza energetica.

“Grazie a un efficace intervento di qualificazione dei sistemi energetici delle nostre case”, osserva Renato Cremonesi, “è possibile ridurre sensibilmente gli sprechi e arrivare a un grado di efficienza del 90%.” Come si rende più efficiente un edificio? Innanzitutto con le tecnologie che riducono il fabbisogno energetico, dall’isolamento dell’involucro alla termoregolazione e contabilizzazione del calore, ma anche con la sostituzione di impianti obsoleti con caldaie a condensazione e sistemi di telecontrollo e telegestione.

Con il servizio “CappottoMio” Eni si pone ai suoi clienti come un partner in grado di affiancarli nella scelta della soluzione più adatta, così da permettere a persone e imprese di usare meglio l’energia, per usarne meno. Come osserva Testa, presidente di ENEA, gli strumenti come ecobonus e sismabonus permettono anche a chi non ha capienza fiscale sufficiente di riqualificare, cedendo le detrazioni a chi si fa carico degli interventi. Queste iniziative hanno una ricaduta sociale, oltre che economica e ambientale, perché consentono la riqualificazione di quartieri in situazioni di degrado grazie alla cessione del credito fiscale estesa a tutti, come sottolineato dal Viceministro Morando.

Cremonesi, come partner operativo del servizio, offre servizi di isolamento dell’involucro edilizio ma anche di riqualificazione delle centrali termiche condominiali, con la possibilità di usufruire della cessione del credito.

Back To Top